10.11.12

Who's Lhub?

 

L'interesse per gli orti urbani nelle nostre città (Bologna in particolare), ha avuto il merito di farci conoscere persone molto impegnate sul tema, contribuendo spesso con la propria arte a sensibilizzare la comunità.
Archiverdure vorrebbe dedicare un post a due persone in particolare: i ragazzi di Lhub, ovvero Antonietta Dicorato e Pasquale Sorrentino. A loro siamo arrivati attraverso un video dedicato alla diffusione degli orti a Bologna, sopratutto tra i giovani, un video bellissimo!


 

Lhub si definisce "Officina di produzione" e "Bottega di creazione", dunque un forte accento alla creazione e alla produzione; si definisce anche "laboratorio" ed in quanto tale si occupa di due aspetti: la sperimentazione artistica e l'apprendimento; da un lato infatti vi è la produzione di audiovisivi ed installazioni, dall'altro vi è l'organizzazione di corsi e workshop per incentivare la creatività personale e collettiva attraverso l'apprendimento degli strumenti tecnologici necessari.
A Bologna sono diventati un appuntamento formativo per giovani artisti i Creative Coding: corsi per chi lavora nelle arti visive, mirati all'apprendimento delle tecniche di elaborazione delle immagini e dei suoni (processing); di questi segnaliamo il prossimo Creative Coding, basato sull'apprendimeto delle caratteristiche espressive e potenzialità del software MSP, di cui tutte le informazioni qui.
 La loro arte li porta spesso in giro per l'Europa (Berlino, ad esempio), ma ciò che più ci piace è il forte legame di Lhub con le dinamiche metropolitane e ortiste (e non è una contraddizione), di cui si può leggere un leit motiv artistico, che molto spesso li porta ad operare proprio nella città in cui vivono e a coltivare una rete di collegamenti e collaborazioni, dai ragazzi di Green Everywhere alle ragazze Gramigna,
A Bologna sono presenti attivamente nell'ambito di diverse iniziative: tra queste (da poco trascorsa) Z.A.G.O. -Zona Agricola Giardino Orto- un mercatino delle pulci sotto il Ponte di Stalingrado, di cui hanno realizzato un bellissimo video, quasi un piccolo manifesto di contaminazione urbana-ortista.
Poichè la difficoltà è nel parlare di artisti, veri artisti, con la vera radice di artigiani, cioè persone che creano e rendono visibili idee e suoni,  invito a visitare i loro video qui e qui, noi siamo rimaste entusiaste!

Marta